Come scegliere la biancheria per hotel

Come scegliere la biancheria per hotel

Come scegliere la biancheria per hotel? Scopriamo formati, qualità, colori per la biancheria per la camera da letto e il bagno per la nostra struttura ricettiva.

    Come scegliere la biancheria per hotel

    La biancheria in hotel è il primo e più importante elemento che il cliente considera nella valutazione della qualità della struttura ricettiva. Coperte, piumini, copriletti e spugne necessitano di essere in uno stato impeccabile sia esteticamente che a livello igienico all’arrivo del cliente perché la reputazione della struttura dipende notevolmente da questo.

    Come scegliere la biancheria per hotel

    Scegliere la biancheria per hotel è quindi un passo da fare accuratamente, valutando una serie di aspetti quali il formato, la qualità e il colore. Non ultimo è importante scegliere se affidarsi ad un’azienda terza per il lavaggio della stessa oppure occuparsene autonomamente. Ma partiamo dalla scelta dei capi.

    Tipologie

    Il primo aspetto da tenere in considerazione sono le tipologie di capi da acquistare. La fornitura della biancheria per hotel comprende i capi destinati alla camera da letto e quelli destinati al bagno.

    Camere da letto

    • Coprimaterassi
      Capo con o senza angoli elastici che copre il materasso
    • Lenzuola
      Sono l’elemento a contatto con la persona. Ne esistono di due tipi: lenzuola inferiore e lenzuola superiore
    • Copripiumini
      Il rivestimento per il piumino
    • Trapunta
      Via di mezzo fra coperta e piumone, non necessita di copripiumini
    • Copriletti
      Coperta sovradimensionata utilizzata per coprire il letto a scopo decorativo
    • Fodere cuscino
      Fodere dei guanciali

    Opzionali:

    • Runner letto
      Anche detto bed runner, è una fascia di tessuto da posizionare ai piedi del letto. Ha scopo principalmente decorativo
    • Tappeti scendiletto
      Stuoia di ridotte dimensioni da posizionare al lato del letto

    Bagno

    • Asciugamani
    • Accappatoi
    • Scendidoccia
      Comunemente detto tappetino da bagno

    Quale biancheria acquistare e quali tessuti scegliere

    Per la scelta della biancheria le caratteristiche principali da tenere in considerazione sono:

    • Dimensioni
    • Materiale
    • Trama del tessuto
    • Prezzo
    • Colore
    • Acquisto/Noleggio

    Dimensioni

    Le dimensioni della biancheria per una struttura ricettiva sono alquanto standardizzati. In particolare se si decide di affidarsi al noleggio biancheria, è improbabile che decidiamo di indirizzarci verso dimensioni non standard. Il motivo è che anche materassi, cuscini e piumini sono standardizzati al fine di ottenere una più facile compatibilità fra i prodotti.

    In genere le dimensioni sono i seguenti:

    Tipologia Dimensioni (Altezza) Dimensioni (Larghezza)
    Lenzuolo letto singolo 160 90
    Lenzuolo letto matrimoniale 240 290
    Federa 55 90
    Asciugamano ospite 40 60
    Asciugamano viso 60 100
    Telo doccia 100 150

    Materiale e trama del tessuto

    Percalle

    Il percalle è tra i tessuti più richiesti per via dell’eccezionale qualità del materiale, la sua durata nel tempo e la morbidezza al tatto. Si tratta di una fitta trama di cotone lavorato ad armatura tela (trama e ordito lavorati in rapporto 1 a 1) disponibile anche pettinato, oltre che cardato.

    L’utilizzo di fili sottili ne definisce la qualità. Per cui, la quantità di fili presenti in un centimetro quadrato rappresenta il parametro più importante nella scelta del cotone percalle. Per le lenzuola si consiglia una trama tra i 130 e i 180 fili.

    Offre una sensazione vellutata al tatto oltre che una morbidezza eccellente.

    Raso puro cotone

    Il raso puro cotone è un tessuto delicato e soffice dalla trama fine e dalla superficie lucida.

    Si tratta di un tessuto anallergico e viene utilizzato sia per lenzuola, federe e copriletto che per gli asciugamani.

    Lino

    Il lino è una fibra derivata dal floema (la parte più interna) dello stello della pianta del lino. Grazie alla sua composizione al 70% di cellulosa, il lino dona alla biancheria particolare freschezza e capacità di assorbire umidità. Per tale motivo è particolarmente consigliato per le stagioni calde.

    Raso di seta

    Realizzato a partire dai bozzoli dei bachi da seta, il raso di seta è un tessuto liscio, uniforme e rasato. Presenta due facce opposte, da un lato è liscia e lucida e dall’altra è opaca.

    Di particolare interesse sono i tessuti in raso di seta Damasco. Si tratta di una lavorazione su telaio al tiro che permette la realizzazione di disegni stilizzati o floreali ad effetto di lucido-opaco (garantito dal contrasto della lucentezza di due filati di diversa finezza).

    Spugna

    La spugna è tra i materiali più utilizzati come biancheria bagno. Offre un’ottima capacità di assorbimento dei liquidi ed è utilizzata per accappatoi e asciugamani.

    Colore

    Nella scelta del colore, in genere si predilige la biancheria da letto bianca. Tale opzione rappresenta la massima espressione del pulito e dell’igiene, ma stimola anche l’idea del relax negli ospiti. Altre motivazioni che convincono i gestori di hotel, B&B e alberghi ad utilizzare il colore bianche sono:

    • costi di acquisto minori
    • non scolora ad alte temperature
    • suggerisce un’idea di lusso

    Qualora si desideri optare per colorazioni differenti, la scelta può ricadere nei colori desaturati (sulla scala di grigi, preferibilmente chiari) oppure colorazioni delicate, come il celeste, l’azzurro, il beige e il marroncino chiaro.

    Decorazioni e motivi

    Si possono valutare anche fantasie e decorazioni sui tessuti al fine di donare alla biancheria un tocco allegro e positivo, nonché intonarsi con il design delle stanze. Consigliamo di non scegliere decorazioni troppo vistose e di renderle tassativamente uniformi, in caso contrario donerebbero pesantezza all’ambiente.

    I motivi floreali sono senz’altro i più utilizzati, soprattutto per i bed&breakfast e gli agriturismi.

    Personalizzazioni

    Personalizzare gli asciugamani, gli accappatoi, ma anche le lenzuola con il logo o il claim della struttura ricettiva è una scelta a cui si ricorre spesso, in particolare in hotel ed alberghi. Tale scelta dimostra attenzione ai dettagli ed aumenta la brand awareness nei confronti del marchio.

    Noleggio biancheria o acquisto: vantaggi e svantaggi

    Tra le domande più importanti che ci si pone quando si valuta la gestione di un hotel, albergo, b&b, ma anche ristorante e pizzeria, vi è: meglio noleggiare o acquistare la biancheria?

    Ebbene, entrambe le soluzioni hanno pro e contro, e la scelta dipende da diversi fattori. Detta in breve, noleggiare permette di evitare importanti costi di investimento iniziali, ma se si hanno i numeri per gestire il lavaggio internamente, la seconda può risultare una valida alternativa.

    La scelta andrebbe fatta quindi principalmente sulla base di una valutazione economica e di gestione del personale, e non su variabili minori come le ridotte possibilità di scelta dell’inventario in caso di noleggio.

    Acquisto biancheria

    Effettuare il lavaggio della biancheria internamente alla struttura ricettiva necessita di:

    • biancheria di proprietà
    • lavacentrifughe professionali (e relativo spazio)
    • personale incaricato di gestire il lavaggio
    • adeguamento al DL 81/08 in merito alla sicurezza sul lavoro
    • adeguamento (non obbligatorio ma consigliabile) al protocollo HACCP (valutazione analisi dei rischi e controllo della biocontaminazione)

    Noleggio biancheria

    D’altro canto il servizio di noleggio biancheria permette di esternalizzare l’intero processo di lavaggio nonché:

    • portare a 0 i costi di investimento iniziale
    • gestire dinamicamente l’inventario (per rispondere a picchi di clientela o periodi di ridotto flusso di clienti)
    • avere la garanzia che il lavaggio rispetti i rigidi parametri di sicurezza dal punto di vista sanitario
    • garantire una qualità del lavaggio costante
    • ridurre i costi operativi per via dell’uso di macchine in lavacontinua

    In genere, le piccole attività come bed&breakfast o casa vacanze spesso lavano per conto proprio i capi, utilizzando una lavatrice domestica. Le medie attività, invece, spesso optano per il lavaggio in autonomia della spugna e dei capi più piccoli, mentre affidano alle lavanderie industriali la gestione della biancheria da letto o le tovaglie. Infine, le medio-grandi strutture, in particolare hotel ed alberghi, in genere esternalizzano il lavoro di lavaggio.

    Fanno eccezione le grandi strutture che decidono di investire grandi somme di denaro in una lavanderia professionale interna.

    Approfondimento: Migliori aziende di noleggio e lavaggio biancheria a Roma

    0 0 votes
    Article Rating
      error: I contenuti su questo sito sono protetti dalle regolamentazioni italiane ed internazionali in materia di copyright. Ogni illecito verrà prontamente segnalato via DMCA senza alcun preavviso